HOMECHI SIAMOFondatoriSant Kirpal Singh

SANT KIRPAL SINGH

Una personalità come Sant Kirpal Singh non può essere adeguatamente descritta a parole
 

Sant Kirpal Singh

E’ stato considerato a livello internazionale come Santo del ventesimo secolo. Personificazione di gentilezza e compassione, ha distribuito la conoscenza della vita, della vera natura dell’uomo che ha come obiettivo il ritorno a Dio, sua origine. Ha sottolineato il valore e la dignità di ogni individuo come essere consapevole o anima. Sant Kirpal Singh non ha insegnato una nuova fede. Ha trattato l’argomento della spiritualità come scienza.

Il suo insegnamento è universale: si è sempre rifiutato di fondere le religioni in una, tuttavia nei suoi discorsi e scritti in cui cita Profeti, Santi e Maestri di tutte le epoche, ha sottolineato che la vera essenza è comune a tutte. Competente sia nella teoria sia nella pratica e avendo attraversato esperienze di natura spirituale, ha dato la chiave per capire il giusto significato delle scritture sacre, spesso nascosto da termini arcaici. I libri di Sant Kirpal Singh sono stati tradotti in varie lingue. Grazie all’esperienza spirituale che era in grado di impartire, ha guidato discepoli provenienti da varie nazioni e fedi differenti verso una comprensione più profonda della loro religione. La sua vita è stata la personificazione del suo insegnamento.


I primi anni

Sant Kirpal Singh nacque il 6 febbraio 1894 a Sayyad Kasran, villaggio che oggi fa parte del Pakistan. Crescendo in una famiglia di devoti Sikh, frequentò una Scuola di Missionari Cristiani a Peshawar. Fu uno studente eccellente e fin dai primi anni un lettore vorace di opere classiche e libri di misticismo. Sin dall’infanzia mostrò amore e solidarietà per gli altri, non solo per la propria famiglia. Ad esempio si prestò ad assistere centinaia di persone durante un’epidemia letale che scoppiò in India nel 1919, ispirando altre persone con il suo esempio. In quel periodo era già sposato e svolgeva la sua professione presso il Governo Indiano.

Baba Sawan Singh with Sant Kirpal Singh, 1934

Periodo di ricerca

Approfondì  costantemente il tema degli obiettivi e gli scopi della vita umana. Un ampio studio delle scritture delle religioni e degli scritti dei Santi in inglese, urdu, hindi, persiano e punjabi gli fornì solo un’effimera soddisfazione. Dopo un lungo periodo di ricerca e profonda preghiera finalmente incontrò il suo Maestro Baba Sawan Singh.

Gli anni da discepolo

Per ventiquattro anni riuscì a conciliare il suo essere discepolo spirituale al dovere di padre di famiglia e alle esigenze dell’alta carica che ricopriva avendo centinaia di subordinati. Andò in pensione nel 1947. Nel difficile periodo della separazione dell’India aiutò tutti i rifugiati, indipendentemente dalla loro religione senza considerare se stavano fuggendo in India o nel Pakistan. Nel 1948 Baba Sawan Singh lasciò il suo corpo e Kirpal Singh, nel dolore, partì per Rishikesh. Quando ritornò dopo qualche mese, l’India che aveva appena ottenuto l’indipendenza, era ancora sotto lo shock della secessione del Pakistan e in una indescrivibile sofferenza.


Inizio a Delhi

Su indicazioni ricevute da Baba Sawan Singh si trasferì a Delhi dove arrivarono molti profughi dal Punjab, e cominciò il suo lavoro. All’inizio andava in bicicletta al parco e teneva discorsi da cuore a cuore sulla spiritualità. Nel 1951 acquistò con la sua pensione un terreno nella periferia di Delhi dove venne costruito un centro. Presto la sua fama di uomo santo, che si attiene a quello che le scritture dicono e vive ciò che predica, aumentò e si diffuse. Il suo lavoro continuò a svilupparsi e a diffondersi sempre di più.

Sant Kirpal Singh and Pope Paul VI meeting in Rome, August 1963

Visitando l’Ovest

Tre Viaggi Mondiali Lo portarono nell’Ovest nel 1955, 1963-64 e nel 1972, fece conferenze pubbliche nelle città più grandi d’Europa e dell’Ameria ed incontrò molti leaders politici e sociali.


Alleanza Mondiale delle Religioni

Nel 1957 Sant Kirpal Singh fu eletto all’unanimità Presidente dell’Alleanza Mondiale delle Religioni, un incarico che mantenne per quindici anni e durante i quali si  svolsero quattro Conferenze Mondiali.



Sviluppo dell’Uomo, Servizio all’Uomo e Servizio alla Terra

Il 6 febbraio del 1970 venne presentato al pubblico una parte importante del Suo lavoro: il progetto di "Manav Kendra",  "Centro di Sviluppo dell’Uomo". Lo sviluppo dell’uomo comprende la formazione del carattere, lo sviluppo della mente e dell’anima insieme alla crescita del corpo. Aiutare chi soffre è la base per la crescita spirituale. Un centro con queste caratteristiche è autosufficiente e rappresenta un esempio per gli agricoltori della zona perché unisce i metodi di coltura tradizionali a quelli scientifici. E’ noto quanto Sant Kirpal Singh comprendesse la condizione umana; infatti in un appunto scrisse: "Un uomo affamato è un uomo arrabbiato ed è ridicolo parlargli di Dio."


Sant Kirpal Singh with Dr Harbhajan Singh, October 1973Viaggio nel Punjab nel 1973 – l’incarico per il futuro Manav Kendra

Nel Suo ultimo Viaggio nel Punjab nell’ottobre 1973 Tour in October 1973 1973 Sant Kirpal Singh visitò Nag Kalan (Amritsar) il villaggio d’origine del Suo discepolo Dr. Harbhajan Singh. Là pose la prima pietra dell’ospedale il 14 ottobre. Sant Kirpal Singh chiese al Dr. Harbhajan Singh se aveva qualche desiderio visto che non gli aveva mai chiesto nulla nella sua vita. Lui rispose che desiderava solo che la Sua missione potesse fiorire in tutto il mondo. Sant Kirpal Singh era molto felice e replicò: "Finora nessuno ha chiesto una cosa del genere, succederà questo. Questa forza lavorerà con migliaia di mani e ci sono molte persone nel mondo con la giusta comprensione. S’incontreranno e lavoreranno con te."

Il 24 ottobre Sant Kirpal Singh visitò la Sua piccola azienda agricola a Nawanshahar insieme al Dr. Harbhajan Singh e disse: "Il Manav Kendra che volevo costruire non è ancora costruito, verrà costruito qui". Prese un chicco di riso e un po’ di acqua dicendo: "Verrà il tempo quando arriverranno persone di tutto il mondo, di tutte le religioni e tutti s’incontreranno qui." Questo luogo si chiama adesso Kirpal Sagar.


Conferenza Mondiale sull’Unità dell’Uomo 1974

Il suo lavoro raggiunse il culmine nel febbraio 1974 con la convocazione della Conferenza Mondiale sull’Unità dell’Uomo che si svolse a Delhi dal 3 al 6 febbraio. Parteciparono all’evento le principali personalità del Governo Indiano, duemila delegati e cinquantamila invitati. Tra gli illustri partecipanti che risposero al Suo richiamo, leaders religiosi, spirituali e politici, ci fu il Primo Ministro Sig.ra Indira Gandhi con i membri del suo ministero.

Questa conferenza segnò l’inizio del movimento Unity of Man. Il 4 aprile dello stesso anno, Sant Kirpal Singh diede al suo discepolo Dr Harbhajan Singh le istruzioni per continuare il lavoro, facendo capire che il suo periodo volgeva al termine.

A Kumbha Mela

Instancabilmente Sant Kirpal Singh  continuò a lavorare per l’unità.  Il 12 aprile 1974  a Kumbha Mela in Hardwar convocò nella National Unity Conference un gran numero di Sadhu e uomini santi, realizzando così un ulteriore sforzo per l’unità. Si impegnarono a lavorare insieme per eliminare i conflitti religiosi e per migliorare la condizione economica della popolazione povera dell’India.

Discorso al Parlamento

Il 1 agosto 1974 su invito del Governo Indiano, Sant Kirpal Singh parlò ai membri del Lokh Saba, Parlamento Indiano; è stata la prima volta nella storia che un leader spirituale ha ricevuto questo invito.

 

Sant Kirpal Singh, August 1974Incarico per il Lavoro Futuro

Fino al 17 agosto  continuò a tenere discorsi da cuore a cuore con i discepoli dell’ovest che sostavano nell’ashram a Delhi. Quattro giorni dopo, il 21 agosto 1974, Sant Kirpal Singh  lasciò il corpo in presenza del Dr Harbhajan Singh che ricevette l’incarico di portare avanti il suo nobile lavoro. Lui diede la garanzia che nel futuro Lui stesso sarebbe stato responsabile per il lavoro interiore e persone consapevoli o Gurmukh (discepoli sviluppati) si sarebbero assunti il compito di spiegare la teoria e dare un esempio pratico di una vita spirituale. Il 21 agosto, quando fu chiesto: "Chi sarà il nostro salvatore dopo di te?" Sant Kirpal Singh teneva il Suo dito in alto e disse: "Lui lo era in passato e lo sarà anche in futuro. Non dovete preoccuparvi. Lui ha fatto tutto."
 

Per ulteriori informazioni visitate il nostro sito: Sant Kirpal Singh – La Sua vita e missione
Galleria fotografica che documenta la vita e il lavoro di Sant Kirpal Singh